una fresatura al passo con i tempi


Fresare al passo con i tempi significa concepire la macchina in base alle moderne tecnologie degli utensili.
Significa essere veloci negli avanzamenti di lavoro perché ciò che conta è il volume di truciolo nell’unità di tempo. Dire che le nostre macchine sono progettate e costruite per funzionare al meglio è banale.
Dire invece che il rispetto delle discipline ingegneristiche nel campo della meccanica e nel campo dell’elettronica, in un contesto come quello della macchina utensile sia cosa complessa, ma da noi ben conosciuta, è la sostanza della nostra attività.
Conosciamo il comportamento delle ghise e degli acciai, sappiamo che è sempre meglio sovradimensionare ma non troppo, ricerchiamo continuamente il meglio di ciò che il mercato propone nella componentistica, perché sappiamo che il rendimento di un bene strumentale di così alto valore dipende anche da particolari, sulla carta, meno costosi. Raffreddiamo tutti i gruppi sottoposti ad innalzamento della temperatura, perché crediamo che sia meglio controllare che correggere.
Adottiamo lo slittone solo quando la dimensione della macchina non consente di utilizzare la testa fissa, ovvero il montante a “T”.
La caduta dello slittone la preveniamo dimensionando in modo adeguato il carro che lo supporta e lo slittone stesso. I pattini usati per lo scorrimento dello slittone sono diversi dallo standard perché diverso deve essere il precarico. Nelle macchine a portale muoviamo tutta la traversa e non solo la testa.
Progettiamo e costruiamo le nostre teste. Progettiamo e costruiamo le nostre tavole girevoli. Posizioniamo sempre i sistemi di misura degli assi macchina in modo che essi producano i minori errori possibile.
Cerchiamo continuamente di ridurre i componenti delle nostre macchine sia meccanici che elettronici per migliorare il rendimento macchina sia in termini di efficienza che in termini di precisione.

 

Fotografia